.
Annunci online

  animaditerra [ (¯`·._Un modo sicuro per chiamare gli dei_.·´¯) ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


La Compagnia del Rito
La Compagnia dell'Altare
Belinde's Tales

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


25 settembre 2006

Report



Piccola postilla al post sull'11 settembre.

Qualcuno di voi forse avrà visto ieri sera il servizio di Report sulle Torri Gemelle e sul Pentagono. Ebbene, io l'ho trovato convincente. Semplicemente perché:

1) Una coincidenza è un caso (l'anima delle Torri Gemelle era in acciaio e non sarebbe dovuta crollare, perché nella torre non c'erano assolutamente 800 gradi)
2) Due coincidenze sono un caso molto sfortunato (i pompieri da terra hanno sentito dei rumori di esplosioni, le stesse che si vedono nel video e che sono così simili a quelle delle demolizioni controllate)
3) Tre coincidenze sono una disgrazia, ma pur sempre casuale (davanti al Pentagono non sono stati ritrovati relitti dell'aereo che ci si sarebbe schiantato contro, e quei pochi che si sono visti in un secondo tempo sembrano troppo piccoli per appartenere a un aereo da trasporto)
4) Quattro coincidenze... beh... (non ci sono riprese dello schianto dell'aereo contro la facciata del Pentagono, sebbene in quella direzione puntino congiuntamente le telecamere del Pentagono stesso, dello Sheraton e del casello autostradale)
5) Cinque coincidenze... hmmmm... (il foro d'entrata del muso del presunto aereo dentro il Pentagono è grosso nemmeno la metà di quanto dovrebbe essere, e sul retro dell'edificio c'è un altro foro di uscita)
6) Sei coincidenze... un momento! (il meccanismo di difesa dello Stato più potende del mondo è entrato in funzione con due ore di ritardo... il che vuol dire che, mentre tutto il mondo era incollato agli schermi televisivi a seguire l'attacco di New York, al Pentagono non c'era neanche uno stronzo col cellulare acceso)
7) Sette coincidenze??? (come cazzo ha fatto l'FBI il 13 settembre a trovare al primo colpo la scuola di volo dove si sarebbero addestrati i presunti attentatori fondamentalisti islamici finocchi e pure cornuti?)

...prima o poi qualcuno ci dirà la verità...

PS: per chi si fosse perso la puntata e volesse consultarla, può trovare il filmato a questo indirizzo.




permalink | inviato da il 25/9/2006 alle 19:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 settembre 2006

Il diritto a non vivere più

Da un articolo apparso oggi su Repubblica. Il video annesso è a questo indirizzo.

Piergiorgio Welby, co-presidente dell'Associazione Luca Coscioni
scrive al Capo dello Stato Napolitano: "Serve un confronto serio"

"Signor presidente, voglio l'eutanasia"
Video appello di un malato terminale

Costretto a letto non può più muoversi, nè parlare a causa
della distrofia muscolare che lo condanna a una vita artificiale


di CLOTILDE VELTRI

UN letto, un respiratore artificiale, un computer appoggiato sul comodino. Poi lui, immobile, lo sguardo fermo nella telecamera che lo riprende in un primo piano implacabile, senza via di scampo. Come la malattia - la distrofia muscolare - che lo tiene lì, prigioniero, ormai da mesi, di un corpo che "non è più mio, squadernato davanti ai medici, assistenti, parenti". Piergiorgio Welby, co-presidente dell'Associazione radicale Luca Coscioni, ha scelto di mettersi a nudo, di mostrare la propria condizione di malato terminale, per ottenere l'eutanasia. Il video è un appello-testimonianza inviato al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

La non-vita scrutata dall'obiettivo della video camera scorre semplicemente e dolorosamente reale. Ancora di più perché la voce fuoricampo è quella di Piergiorgio, ma metallicamente alterata dal computer. Welby - che prima della malattia immaginiamo omone grande e grosso, con un tatuaggio sull'avambraccio, dalla zazzera scura e prorompente almeno quanto la vitalità che scaturisce dalle sue parole - non può più parlare autonomamente, non può più muoversi, non può più leggere o scrivere come faceva fino a due mesi fa anche grazie a internet. Attaccato a un respiratore artificiale, trascorre le giornate vegetando, in attesa di morire per potersi liberare da questo inumano calvario.

Racconta: "La giornata inizia con l'allarme del ventilatore polmonare mentre viene cambiato il filtro umidificatore e il catheter mounth, trascorre con il sottofondo della radio, tra frequenti aspirazioni delle secrezioni tracheali, monitoraggio dei parametri ossimetrici, pulizie personali, medicazioni, bevute di pulmocare".

Dettagli medici e tecnici che scandiscono un'esistenza negata in cui la persona lascia il posto al malato e la dignità diventa difficile da coltivare, anche persino da ricordare. "Io amo la vita, presidente - dice la voce metallica mentre due spilli castani perforano il video -. Vita è la donna che ti ama, il vento tra i capelli, il sole sul viso, la passeggiata notturna con un amico. Vita è anche la donna che ti lascia, una giornata di pioggia, l'amico che ti delude. Io non sono né un malinconico né un maniaco depresso e morire mi fa orrore, purtroppo ciò che mi è rimasto non è più vita, è solo un testardo e insensato accanimento nel mantenere attive delle funzioni biologiche".

L'autanasia, spiega Piergiorgio dal suo sudario, è un modo per sottrarre chi è come lui - non solo lui - a questo oltraggio estremo, a questa barbarie. "Se fossi svizzero, belga o olandese" avrei questa opportunità, dice, ma sono italiano e quindi "il mio sogno, la mia volontà, che voglio porre in ogni sede, a partire da quelle politiche e giudiziarie è oggi nella mia mente più chiaro e preciso che mai: poter ottenere l' eutanasia. Vorrei che anche ai cittadini italiani sia data la stessa opportunità".

Un diritto, quello di vivere che, se si è malati terminali, si traduce in accanimento, in artificio. Una mostruosità. Piergiorgio cita Benedetto XVI: "Occorre ribadire la dignità inviolabile della vita umana, dal concepimento al suo termine naturale". Ebbene, replica ancora la voce metallica, "che cosa c' è di 'naturale' in una sala di rianimazione? Che cosa c' è di naturale in un buco nella pancia e in una pompa che la riempie di grassi e proteine? Che cosa c' è di naturale in uno squarcio nella trachea e in una pompa che soffia l' aria nei polmoni? Che cosa c' è di naturale in un corpo tenuto biologicamente in funzione con l' ausilio di respiratori artificiali, alimentazione artificiale, idratazione artificiale, svuotamento intestinale artificiale, morte-artificialmente-rimandata? Quando un malato terminale decide di rinunciare agli affetti, ai ricordi, alle amicizie, alla vita e chiede di mettere fine ad una sopravvivenza crudelmente 'biologica', io credo che questa sua volontà debba essere rispettata ed accolta con quella pietas che rappresenta la forza e la coerenza del pensiero laico".

Piergiorgio Welby lo sa che il presidente Napolitano non può essere l'artefice di un pronunciamento sull'eutanasia, nè di una soluzione politica che deve scaturire, piuttosto, dal dibattito parlamentare. "Quello che però mi permetto di raccomandarle è la difesa del diritto di ciascuno e di tutti i cittadini di conoscere le proposte, le ragioni, le storie, le vcolontà e le vite che, come la mia, sono investite da questo confronto".

Spiega ancora la voce di Piergiorgio: "Una legge sull' eutanasia non è più la richiesta incomprensibile di pochi eccentrici. Anche in Italia, i disegni di legge depositati nella scorsa legislatura erano già quattro o cinque. L' associazione degli anestesisti, pur con molta cautela, ha chiesto una legge più chiara; il recente pronunciamento dello scaduto (e non ancora rinnovato) Comitato Nazionale per la bioetica sulle Direttive Anticipate di Trattamento ha messo in luce l' impossibilità di escludere ogni eventualità eutanasica nel caso in cui il medico si attenga alle disposizioni anticipate redatte dai pazienti. L' opinione pubblica è sempre più cosciente dei rischi insiti nel lasciare al medico ogni decisione sulle terapie da praticare". Piergiorgio Welby chiede innanzitutto attenzione verso chi soffre e vuole una soluzione perchè, conclude citando l'uomo di fede Jacques Pohier, "l'eutanasia non è morte dignitosa, ma morte opportuna".

L'appello non può lasciare indifferenti. Il primo a rispondere è il deputato dei Verdi Tommaso Pellegrino che, da cattolico, non vuole lasciar cadere nel vuoto le parole di Welby: "E' giusto sollecitare un dibattito parlamentare su un tema così delicato. Ciò che serve è un confronto sereno tra laici e cattolici, al riparo dai condizionamenti ideologici".

(22 settembre 2006)


Quello che da anni cerco di farvi capire, amici miei cattolici, è tutto in queste righe.

Per favore, leggetele. E guardate il video, se riuscite.

Se poi riuscite a rimanere impassibili, a sproloquiare ancora sul "diritto insindacabile alla vita"... beh, vuol dire che siete oltre ogni speranza di salvezza.




permalink | inviato da il 23/9/2006 alle 14:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


17 settembre 2006

11 settembre 2001

Cinque anni fa, più o meno a quest'ora, eravamo tutti incollati davanti alla tv. In quel momento, stranamente, eravamo tutti uomini... solo uomini. Più tardi sarebbero venuti i discorsi del tipo "Quei bastardi di musulmani" o "Gli americani se lo meritavano". In quel momento tutti guardavamo le torri e speravamo, almeno in un angolino piccino del nostro cuore, che nessuno si fosse fatto male, che i soccorsi arrivassero presto, che le torri quel giorno per un qualche miracolo fossero vuote.

Poi, il momento è passato. I giornalisti hanno cominciato a raccogliere qualche informazione in giro, ad organizzare dei servizi più o meno decenti. E siamo riusciti a raccapezzarci un po' anche noi: New York non era stata bombardata, come gridavano istericamente le vecchiette per strade, ma quattro aerei dirottati da terroristi bla bla bla.

Ed è stato solo quando lo shock è passato - perché gli americani sono dei pezzi di merda, questo è assodato, ma nessuno si merita di morire come un topo precipitando da 150 metri - quando timidamente abbiamo cominciato a parlarne tra di noi, a confrontarci, che sono venute fuori le prime domande, i primi dubbi, le prime perplessità.

Volete sapere qual è stata la prima domanda che è venuta in testa a me? È presto detto:

...il Pentagono???

Passi per le Torri Gemelle, del resto New York non è mica Fort Knox... ma il Pentagono??? Come cavolo si fa a spedire un aereo contro lo spazio aereo più sorvegliato al mondo e riuscire anche a tirarne giù un'ala intera??? E per di più, un'ora e mezza dopo che due aerei si sono schiantati contro il WTC, a soli 380 km di distanza?? Doveva esserci un allarme radar della Madonna, e allora come cavolo è stato possibile???

***

Oggi, a più di cinque anni di distanza, ho visto un dossier sull'11 settembre... uno di quelli preparati dai comunisti anarchici e insurrezionalisti, per capirsi.

L'ho trovato interessante, ed anche piuttosto convincente. Cercherò di metterlo sul web per farlo scaricare a chi fosse interessato, ma per ora posso solo consigliarvi, se la faccenda vi incuriosisce, di andarvi a vedere la "versione cartacea" sul sito di
Luogocomune.net, l'associazione che si è occupata di mettere insieme tutte le contoverse notizie sull'11 settembre.

(Se non aveste voglia di leggervi tutto quanto - è un dossier veramente enorme - vi consiglio di guardarvi solo le due sezioni intitolate "IL CROLLO DELLE TORRI GEMELLE" e "IL PENTAGONO", perché sono di agevolissima comprensione anche per chi, come me, non ha particolari conoscenze tecniche su aerei, piloni di acciaio e cose varie).

***

Quello che veramente mi dispiace, è che la verità non la sapremo mai.




permalink | inviato da il 17/9/2006 alle 14:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


6 settembre 2006

Vergogna!!

Ecco un nuovo esempio di follia cattolica, comparso sui giornali il 30 agosto.


L'intervento di un 11enne stuprata dal patrigno ha scatenato
le ire della Chiesa: "Un complotto per mettere in atto un crimine"

Colombia, abortisce dopo una violenza
Il cardinale scomunica medici e familiari

BOGOTA'
- Ha abortito a undici anni perchè il suo patrigno l'aveva violentata. E il cardinale colombiano Alfonso Lopez Trujillo, presidente del pontificio Consiglio per la famiglia, ha scomunicato tutti i medici che hanno autorizzato e praticato l'intervento. Senza omettere riferimenti ai familiari della piccola. Nella sua visione, infatti, l'aborto è stato un vero e proprio "complotto" che ha organizzato un "crimine" per "stroncare una vita innocente". Dunque passibile di scomunica. [...]

Il prelato non ha risparmiato nemmeno la famiglia, dal momento che, a rivolgersi alla clinica, è stata la nonna della bambina. E non ha esitato a definire "i medici, gli infermieri ed i familiari protagonisti del complotto per mettere in atto questo crimine, con il quale hanno stroncato la vita di un innocente prima della sua nascita sembrano essere". [...]

Il medico, che ha confessato di essere cattolico e di aver studiato in un istituto religioso ha la coscienza a posto: "Ho visto il visino angosciato della bambina quando è arrivata all'ospedale, e quello del tutto trasformato quando ne è uscita, con la possibilità di ritrovare l'infanzia, gli amici, la scuola". E non ha esitato a lanciare una sfida alla posizione della Chiesa affermando che "anche se sarò scomunicato continuerò ad andare a messa". "Se in futuro mi toccherà di disporne altri per gli altri due motivi previsti, mi scomunichino pure: resterò sempre cattolico".



E questa sarebbe la moralità cattolica.

Vigliacchi.

State parlando di una bambina, che Dio vi fulmini. Una bambina di 11 anni. Potrebbe avere la faccia della vostra sorellina, di vostra figlia. Immaginate un po'. Una bella bimba colombiana, magari con la pelle scura, i capelli neri e boccolosi, la boccuccia rosa. Stuprata sul letto matrimoniale di papà e mamma, pensate. Con le gambe aperte e la bocca spalancata in un urlo di dolore, mentre il padre sopra di lei sbuffa e sghignazza.

Vi state eccitando? Devo continuare?

Voi mi portate le foto dei poveri piccini, i "fiocchi di neve", i bimbi vittime dell'aborto. A voi importa solo del bambino che poteva nascere, razza di vigliacchi, non è vero? Della bambina che doveva sedersi a un banco delle medie con il pancione e sotto lo sguardo libidinoso del padre non ve ne frega un cazzo. Beh, frega a me, porca puttana! Ve la andate a prendere coi bambini, li violentate voi oppure li punite quando li violenta qualcun altro. Venite a prendervela con me, luridi vigliacchi... ho qui nelle mani dei ceffoni che non aspettano altro che di trovare un destinatario.

E tu, piccola mia, non ti preoccupare... chissà come ti chiami, forse Maria? Beh, cara Maria, stai tranquilla che di scomunica non è mai morto nessuno... anzi, di questi tempi è meglio di un benedizione! Vai a giocare, che se muori sono sicura che il Padre Eterno ti prenderà con sé. Non è stronzo come i suoi skinhead, Lui.




permalink | inviato da il 6/9/2006 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


21 luglio 2006

*Bisogna far sapere che cosa sta succedendo in Italia*

Ragazzi... mi sono ripresa adesso dopo essere caduta dalla seggiola a più riprese. Sì, lo so che alla mia età dovrei aver imparato almeno a stare in equilibrio su una sedia, ma quando il mio stomaco viene sottoposto a un tale sforzo sfido chiunque a mantenersi sobrio e in piedi.

Sto morendo dal ridere. Letteralmente morendo. Il mio amico Vexilla/Grisostomo ha postato veramente la più grossa, la più assurda balla di cui avessi mai sentito parlare dai tempi in cui si credeva ancora che fosse il Sole a girare attorno alla Terra.

Il mio caro amico ha pubblicato un testo, in un inglese parecchio sgrammaticato, che secondo lui bisognerebbe andare a postare come commento nei blog di ragazzi americani. Ora, ammesso che ai ragazzi americani freghi qualcosa di cosa accade qui in Italia... ma a leggere il testo ci si piscia veramente addosso dalle risate.

Visto che non voglio essere accusata di plagio, mi limiterò a postare il testo tradotto alla bell'e meglio (considerate che l'inglese in cui è scritto è veramente sgrammaticato). Per chi volesse andare a consultare l'originale, comunque, ho messo il link qualche riga fa.


Date un piccolo Aiuto ai vostri amici italiani

Il nostro Paese ha un nuovo governo che si finge democratico ma sta cercando di trasformarsi in una dittatura socialista.

Violazioni delle regole della democrazia succedono ogni giorno e la magistratura viene usata come un braccio* contro gli avversari politici.
I Comunisti che sono il 60% della coalizione di sinistra vogliono votare contro il finanziamento delle missioni militari in Afghanistan e in Iraq, siamo spiacenti se non potremo rispettare le promesse fatte al vostro Paese.
I comandanti dei nostri Servizi Segreti che hanno aiutato la CIA a catturare un terrorista adesso hanno deviato dal loro compito e indaga** perché ciò che hanno fatto è stato considerato illegale.
Il governo ha rimosso i comandanti della polizia che stavano indagando sulle cooperative rosse.
Queste sono alcune delle cose che succedono nel nostro Paese.
Per favore leggete i nostri blog per ulteriori informazioni, se volete pubblicate il nostro appello, portatelo leggere*** ai vostri politici, aiutateci a convincere i nostri politici a rispettare la democrazia.

Dio Vi Benedica


*forse qui la parola che voleva usare era "arma", ma tradotto letteralmente viene "braccio"...
**il testo originale dice "are now moved from their role and inquires (terza persona singolare di 'to inquire = chiedere, indagare') because what they did has been considered illegal"... voglio pietosamente sperare che il geniaccio che ha scritto questo testo abbia scambiato una s con una d, e che quindi la parola giusta sia "inquired", cioè "sono indagati"
***l'errore di ortografia qui presente non è mio... l'originale è "take it read"



Ora... a parte l'orrore del testo in sé, grammaticalmente parlando... io capisco l'essere di destra o di sinistra. D'accordo o in disaccordo col governo. Ma come si fa - Dio! - come si fa a imbottire un testo di simili scempiaggini??

Facciamo una cosa... senza buttarci nel tunnel delle recriminazioni ("sì, ma anche Berlusconi faceva..."), facciamo semplicemente l'elenco di tutte le cazzate che ci sono scritte su questo testo. In piena libertà di pensiero e di stampa.

1) Il nostro Paese ha un nuovo governo che si finge democratico ma sta cercando di trasformarsi in una dittatura socialista. Ora... pensate a Mortadellone Prodi. Democristiano fino alla punta dei capelli. E poi pensate a Baffone. Facciamo un gioco: trovatemi cinque somiglianze tra i due. Dopodiché potrò anche prendere in considerazione l'idea del Grande Fratello Mozzarella che ci spia tutti dall'alto del suo soviet.

2) Fino a ieri Vexilla pigliava per il culo Prodi a tutto spiano, rifiutandosi persino di pronunciare il suo nome e appellandolo come "il Buffone". Il Buffone. E ora si comporta come se ne avesse una paura becca. Tutto ciò mi pare un pochettino fazioso...

3) Violazioni delle regole della democrazia succedono ogni giorno. Quali? Dimmi tu quali! Nominamene almeno tre, non dico tanto! A me sembra che quelli che violano le regole della democrazia siano la gente di destra, convinta com'è che gli immigrati dovrebero essere presi a cannonate, che i gay non hanno alcun diritto, che gli stupratori dovrebbero essere castrati, che gli assassini dovrebbero essere mandati a morte, che le coppie di fatto non devono essere legalizzate... ho dimenticato qualcosa?

4) La magistratura viene usata come un'arma contro gli avversari politici. Toghe rosse bastarde...

5) I Comunisti sono il 60% della coalizione di sinistra. Dove??? Dove??? Dove li hai visti??? Dimmelo, che vado a stringergli la mano!!! Gli unici che posso accettare nella definizione di comunisti, storcendo un po' il naso, sono quelli di Rifondazione e dei Comunisti Italiani... e poi?? Chi mi ci metti?? I DS?? Fassino??? Bersani??? La Bindi???? Dove cazzo sono tutti questi comunisti????????

6) Siamo spiacenti se non potremo rispettare le promesse fatte al vostro Paese. Cioè, fatemi capire. E tutte le palle che avevate tirato fuori sugli islamici figli di puttana, sulla "missione di pace", sul bisogno di riportare l'ordine in Iraq? Si è ridotto tutto a un "mi dispiace, papà non mi lascia venire con te al parco domenica"? Che tristezza...

7) I comandanti dei nostri Servizi Segreti [...] sono indagati perché ciò che hanno fatto è stato considerato illegale. No. Ciò che hanno fatto è illegale. Un sequestro di persona, fosse pure la persona più sordida e corrotta di questo mondo, è sempre illegale. La polizia serve appunto per questo, per arrestare le persone potenzialmente pericolose come Abu Omar. Un sequestro è un modo sporco e illegale di fare qualcosa che si sarebbe potuto fare legalmente con una semplicità estrema.

8) Il governo ha rimosso i comandanti della polizia che stavano indagando sulle cooperative rosse. Ma quando??

9) E poi, siamo sicuri che un americano sappia cos'è una cooperativa rossa? O.o

10) Per favore leggete i nostri blog per ulteriori informazioni. E come cazzo fanno, che sono scritti tutti in italiano???? (e neanche un italiano dei migliori, ad essere precisi...)

11) Aiutateci a convincere i nostri politici a rispettare la democrazia. Io avrei concluso con un "aiutateci a convincere i nostri politici a rispettare i nostri privilegi". Mi sarebbe suonato meno fasullo.

Ragazzi... io mi chiedo una cosa. Ma questa gente ci crede davvero a quello che scrive, oppure lo fa per pura provocazione? Mi ricordano tanto quei bambini che passano le loro giornate a dire "cacca, cacca, cacca" perché sanno che è una parola proibita e per questo gli piace tanto dirla, anche se non sanno cosa significa.

Io non lo so. La popolazione di microcefali italiana sta vertiginosamente aumentando. Prima ridevo, ma ora mi sento molto, molto triste.




permalink | inviato da il 21/7/2006 alle 13:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


20 luglio 2006

L'uomo bionico

Beppe Grillo docet... prendete e diffondete!

Altrimenti, un domani potremmo trovarci tutti (chiedo scusa per la volgarità) a cacare pallini da cinghiale...




permalink | inviato da il 20/7/2006 alle 14:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


11 luglio 2006

Mondiali... ommioddio..!

Benissimo, non poteva mancare. Dopo la gioia per la vittoria dei Mondiali, ecco una nuova sparata di Calderoli che ci ha fatto tornare a tutti la voglia di andare in giro coi sacchetti del pane sulla testa.

L'aitante dentista padano, infatti, è riuscito subito a scatenare un incidente diplomatico con la Francia, affermando che a vincere è stata "l'identità italiana, contro una squadra che la propria identità l'ha persa schierando in campo negri, islamici e comunisti". Quello che, casualmente, il fusto di Milano bassa si è dimenticato di dire, è stato che questi sporchi negracci correvano veloci come lippe, e se non fosse stato per l'incompetenze del loro portiere (Fabien Barthez, rigorosamente francese) la Coppa non l'avremmo vista neanche da lontano.

Ora, visto che chiaramente sei un imbecille possiamo anche passar sopra alle tue dichiarazioni da imbecille... ma almeno toglietegli la carica di vicepresidente al Senato. Per favore. Solo per mantenere una parvenza di serietà.

Per fortuna, possiamo contare su un valido avversario d'oltralpe in quanto a intelligenza... l'intramontabile Le Pen, infatti, approfittando dello straordinario palcoscenico offerto dalla festa del calcio ha pensato bene di cercare un po' di pubblicità alle sue idee razziste. "La gente di Francia - ha detto - non si riconosce totalmente in questa squadra, forse l'allenatore ha esagerato il numero di giocatori di colore, forse in questa ottica avrebbe dovuto fare più attenzione, forse è stato messo fuori strada dalla sua ideologia."

D'altro canto, che ci si può aspettare da uno che è riuscito a dire "Non si può dire che il partito nazista fosse un partito di estrema destra, e nemmeno quello fascista"...

Beh, comunque... non so se anche voi come me avete notato una cosa curiosa. Sì, perché si dà il caso che Mediaset abbia dato la notizia della vittoria dei Mondiali con due ore di ritardo rispetto alla Rai. Sarà perché aveva cose più interessanti da trasmettere, tipo l'Edipo Re di Pasolini? Chi lo sa... certo è che a Berlusconi devono essere girati parecchio che l'Italia abbia vinto i Mondiali proprio ora, contrasta con la sua immagine del "con Prodi, tutto va male". Che si stia mangiando le mani al pensiero che durante il suo quinquennio non abbiamo neanche vinto una coppetta del gelato? Tranquillo, tranquillo Presidente. Non era nel contratto con gli italiani... questa forse è l'unica cosa che poteva permettersi di non rispettare. Non si agiti.




permalink | inviato da il 11/7/2006 alle 13:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


8 luglio 2006

Uomini o maiali?

Basta. Mi avete convinto. Cedo le armi e mi levo il cappello di fronte a tanta intelligenza. Mi stendo sulle ginocchia e imploro perdono.

E' brutto quando capisci di aver difeso tutta la vita un ideale sbagliato... ma ora ho capito. Finalmente ho visto la luce e sono stata redenta. Finalmente ho capito che i musulmani sono davvero dei pezzi di merda... bastardi!!! Al rogo!!! Guerriglieri terroristi zozzi, che imprigionate la gente senza dar loro neanche una possibilità di essere soccorsi dagli organi internazionali!! VERGOGNA!!

Ecco. Mi sento più libera. Giustizia è fatta...

..........ma.......... un momento.......... cos'è questo?....


Le Nazioni Unite contro gli USA
"Chiudete subito Guantanamo"


GINEVRA - "Penso che presto o tardi ci sarà la necessità di chiudere Guantanamo, e penso che toccherà al governo (americano) decidere, e spero che lo farà appena possibile". Il segretario generale appoggia le conclusioni di 5 osservatori indipendenti dell'Onu, il cui rapporto è stato pubblicato oggi.

Gli osservatori hanno chiesto agli Stati Uniti "di chiudere il centro di detenzione di Guantanamo Bay e di evitare qualsiasi pratica che possa essere considerata tortura o atto crudele, inumano e degradante". I cinque relatori chiedono anche "di processare tutti i prigionieri davanti a un tribunale indipendente e competente o di rilasciarli". La versione finale del rapporto è stata pubblicata oggi a Ginevra dopo essere stata anticipata dalla stampa.

Nella base americana ci sono circa 490 detenuti, che si trovano da oltre 4 anni per molti di loro, in una sorta di limbo giuridico non essendo stati nè incriminati nè processati. La maggior parte, essenzialmente taleban o vicini ai taleban, è stata arrestata in Afghanistan alla fine del 2001.

Nella relazione vengono confermate le accuse contro gli Stati Uniti di "detenzione arbitraria" e di "tecniche di interrogatorio che, in particolare se usate in modo simultaneo, equivalgono a trattamenti degradanti". Nelle conclusioni si legge inoltre che "se in casi particolari, descritti in interviste, la vittima ha sperimentato grande dolore o sofferenza, questi atti equivalgono a tortura".

Nel documento di 54 pagine gli autori affermano che anche "l'alimentazione forzata dei detenuti in sciopero della fame" così come "il ricorso eccessivo alla violenza" devono essere considerati come trattamenti "equivalenti alla tortura". Inoltre i relatori evidenziano anche che in numerose circostanze i detenuti sono stati vittime di violazioni del diritto della "libertà di religione o di fede".

Gli esperti Onu chiedono quindi agli Stati Uniti un giusto processo dei prigionieri e la chiusura del centro di detenzione di Guantanamo. Fino ad allora, sottolineano i relatori, gli Usa devono "astenersi da ogni pratica equivalente a tortura, maltrattamenti, o punizioni crudeli, degradanti o inumane". In particolare le tecniche speciali di interrogatorio autorizzate dal Dipartimento della difesa dovrebbero essere revocate immediatamente". E ancora il rapporto esorta le autorità Usa a indagare sui casi di maltrattamenti o tortura e a giudicare i responsabili, istituendo un'indennità "adeguata e giusta" per tutte le vittime di tortura.

I cinque relatori delle Nazioni Unite non hanno potuto recarsi personalmente nel centro di detenzione americano a Cuba. Le richieste di visitare la struttura si sono ripetute individualmente dal 2002, mentre dal 2004 gli esperti Onu hanno cominciato a chiedere in gruppo l'accesso. A tre di loro era stato concesso di accedere alla struttura per una visita, organizzata per la fine di ottobre 2005, ma i relatori hanno rinunciato a causa del rifiuto delle autorità statunitensi di farli parlare direttamente con i detenuti. Il timore degli esperti Onu era di trovarsi di fronte a una realtà preparata per l'occasione e molto distante dalla verità.

Il rapporto è il frutto di sei mesi di lavoro. In questo periodo i relatori hanno dovuto raccogliere informazioni presso il governo statunitense, gli ex detenuti, gli avvocati dei prigionieri e le organizzazioni non governative. La relazione è destinata alla Commissione dei diritti umani che in primavera si riunirà per l'ultima volta in sessione annuale prima di essere sostituita dal nuovo Consiglio dell'Onu per i diritti umani. 

(16 febbraio 2006)


Penso che non ci sia bisogno di commentare.




permalink | inviato da il 8/7/2006 alle 15:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


8 luglio 2006

Una giustificazione per Zapatero

Grande scandalo!! Orrore! Brividoterroreeraccapriccio!!

Tutte le prime pagine dei maggiori quotidiani riportano la notizia! Provate a guardare 
La Repubblica (Benedetto XVI in Spagna, polemica con Zapatero "No a coppie omosessuali"), il Corriere della Sera (Il Papa a Valencia, festa e polemiche), La Stampa (Il Papa in Spagna tra le polemiche)...

Insomma, pare che questo Zapatero sia proprio un pezzo di merda. Che stronzo. Il Papa si degna di fargli visita (coi soldi dell'8x1000, tra parentesi... altro che buone opere in giro per il mondo! "Il tuo nome" un par di palle!!), dicevo, di far visita a quello sporco buliccio senza Dio, e questo stronzo neanche si presenta alla messa!

Certo, potrebbe darsi che Zapatero possa essersi sentito offeso dalle sante parole di Sua Santità... visto che:
     a) ancora prima di partire, lo si è sentito sussurrare con voce flebile a Napolitano "Proteggete la famiglia... iglia... iglia..." (no, mi son sbagliata, questo è già morto) (però pensate che bello se Napolitano gli avesse risposto "E tu fatti i ***** tuoi! " ^_____^)
     b) non era neanche arrivato a Valencia, e già il Pastore Tedesco cominciava a sproloquiare di brutta maniera ("è secondo la natura dell'uomo che l'uomo e la donna sono ordinati per dare futuro all'umanità... oh no, Cristo, questa l'ho già detta!! ")
     c) non appena è atterrato, aveva ancora un piede sullo scalino dell'aereo e ha subito esordito con "Il mio desiderio è proporre il ruolo centrale, per la Chiesa e per la società, che ha la famiglia fondata sul matrimonio"

Ora... a parte il fatto che il Papa dovrebbe essere un Papa e non un politico, ma vabbé... io mi sono domandata come mi sentirei se ricevessi un ospite importante a casa mia e se costui, appena entrato, prima ancora di togliersi il cappotto, esordisse con un "Minchia! Quel lampadario fa proprio schifo!!"

A parte la cafoneria di Ratzinger, comunque... la pietra dello scandalo sarebbe che Zapatero ha annunciato che non parteciperà alla messa tenuta dal Papa.
Dunque... tanto per cominciare, direi che se non vuole andare alla messa sono fattacci suoi, vorrà dire che non riceverà l'indulgenza plenaria e me lo ritroverò come vicino di banco all'inferno.
In secondo luogo, partecipare ad una messa dove sai benissimo che verrai denigrato per tutto il tempo, che il tuo governo sarà esposto al pubblico ludibrio, che una buona parte dei tuoi elettori (gli omosessuali) saranno insultati a tutta manetta... penso che anch'io farei fatica.
Infine, se fosse solo una messa potrei anche capire, fai questo sforzo o Zapatero... ma visto che le messe di Ratzinger non sono mai tali, assomigliano molto di più a dei comizi politici... direi proprio che Josè Luis Rodriguez può anche starsene a casa, la giustificazione semmai gliela scrivo io!




permalink | inviato da il 8/7/2006 alle 14:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


7 luglio 2006

Lega-legalizaciòn...

Guardate un po' cosa ho trovato su questo sito (un po' di parte, lo ammetto, ma comunque...)


Tratto da "Marijuana, la Medicina Proibita" di Lester Grinspoon (dottore in Medicina e NON consumatore)


Quando cominciai a occuparmi della marijuana nel 1967, non dubitavo che si trattasse di una droga molto nociva che, sfortunatamente, veniva usata da un numero sempre maggiore di giovani incoscienti che non ascoltavano o non potevano capire i moniti sulla sua pericolosità.

La mia intenzione era di descrivere scientificamente la natura e il grado di questa pericolosità.


Nei tre anni successivi, mentre passavo in rassegna la letteratura scientifica, medica e profana, il mio giudizio cominciò a cambiare. Arrivai a capire che anch'io, come molte altre persone in questo paese, ero stato sottoposto a un lavaggio del cervello. Le mie credenze circa la pericolosità della marijuana avevano scarso fondamento empirico. Quando completai quella ricerca, che ha rappresentato la base per un libro, mi ero ormai convinto che la cannabis fosse considerevolmente meno nociva del tabacco e dell'alcol, le droghe legali di uso più comune.

Allora io credevo ingenuamente che, una volta che la gente avesse capito che la marijuana era molto meno pericolosa di altre droghe già legalizzate, avrebbe favorito la sua legalizzazione. Nel 1971 io prevedevo fiduciosamente che la cannabis sarebbe stata legalizzata per gli adulti entro il decennio.

Non avevo ancora imparato che le droghe illecite hanno una proprietà molto strana: non sempre chi ne fa uso si comporta irrazionalmente, mentre ciò accade sicuramente a molti non-consumatori.
Invece di rendere la marijuana legalmente disponibile agli adulti, abbiamo continuato a criminalizzare molti milioni di americani. Circa 300.000 persone, per lo più giovani, vengono arrestate a causa della marijuana ogni anno, e il clima politico si è ormai deteriorato così gravemente che è diventato difficile discutere sulla marijuana in modo aperto e libero. [Stati Uniti Anni '80 ]

[ ... ]

Bene, che la Marijuana sia assolutamente innocua è un dato di fatto:

La pericolosità delle sostanze è indicata dall'indice LD50, cioè la dose che porterebbe alla morte il 50% delle cavie a cui viene somministrata. Per semplicità poi viene indicato il valore di sicurezza che è il rapporto tra dose efficace e letale.

Quindi per esempio definendo 1l di birra la dose efficace, la birra ha un fattore di sicurezza 4-10, se beviamo 10l birra finiamo all'ospedale. Bene per il THC, cioè per la Marijuana, questo fattore è non è calcolabile (per i topi è 40.000 la dose efficace).


Dopo 5000 anni di uso da parte di centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, non c'è alcuna testimonianza credibile che questa droga abbia mai provocato un solo caso di morte.



Svizzera 1991 - Nel 1991, al tribunale federale di Losanna (Corte Suprema svizzera) perviene il caso di un cittadino di Zurigo, condannato per il possesso di 8Kg di hashish. Il cittadino ricorre al tribunale sostenendo che non è giusto essere condannato per il possesso di una sostanza meno pericolosa di alcol e nicotina.
Con una sentenza emanata il 7/11/1991, il tribunale accetta il ricorso e stabilisce che la vendita di hashish non può essere considerata "reato grave", con la motivazione che "non compromette la salute fisica e morale dei gran parte delle persone" e che non è più pericoloso dell'alcol (High Times, marzo 1992).

Perchè tutto questo NON HA SENSO?
In base all'ART 4 della carta dei diritti umani dell'ONU:
"La libertà consiste nel poter fare tutto ciò che non danneggia altre persone"

Nessuna legge e nuova legge può togliere il diritto a esercitare l'hobby più bello e gratificante che è la coltivazione indoor per Uso Personale.
Perchè finchè non si vende la ganja [ sostanza con contenuto >0,3% ] al massimo si danneggia noi stessi, esattamente come fa un fumatore di Tabacco e un Bevitore di Alcol.




permalink | inviato da il 7/7/2006 alle 20:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     luglio       



Gioielli da ammirare

La Compagnia del Rito
La Compagnia dell'Altare
Belinde's Tales







Per cultura
Cromatigullio
Bad Taste
UAAR
Crohn.it
A.M.I.C.I.
ODAN

****

In questi giorni sto leggendo

Yukio Mishima - Lezioni spirituali
per giovani samurai





****

Che ora è?



Berluscounter!

 



Attenzione:
Questo blog è un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Premesso che tutto il materiale pubblicato su Internet è di dominio pubblico, se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato sul blog, non ha che da darne avviso all'Autrice, e detto materiale sarà immediatamente eliminato. Si sottolinea inoltre che ciò che è pubblicato sul blog è a scopo di approfondimento, di studio e comunque non di lucro.
Per commentare in questo blog è richiesta una certa dose di civiltà. Se questa venisse a mancare, l'Autrice non si ritiene responsabile di offese provocate a terzi e si riserva il diritto di cancellare a piacimento eventuali commenti sgradevoli e/o incivili. Come elementare norma di buona educazione, si sottolinea inoltre che lasciare un link al proprio blog quando si commenta è sempre gradito.